B e r n a r d o P a s q u i n i
Luisella Muratori
Nasce da una famiglia di musicisti, svolge i suoi studi presso il Conservatorio di Roma diplomandosi in violino sotto la guida di Arrigo Pelliccia. Segue poi i corsi di perfezionamento del M° Corrado Romano. Già da giovanissima predilige la esperienze di musica da camera collaborando con importanti complessi come “Gruppo strumentale di Roma”, “Gruppo musica d’oggi”, “Nuova Consonanza”, coop. “La Musica”, “Gruppo Musica ‘900”, “L’Estro Armonico”, “Associazione Musicale Romana” etc. effettuando numerose tourneè in Francia,Austria, Lussemburgo, Marocco, Canada, Colombia, Argentina, Uruguay e Spagna. Nel 1978 vince il I premio al Concorso d’Interpretazione Musicale di Pescara in duo con pianoforte. Alcuni anni dopo fonda il “Quintetto d’archi Italiano” presentando nelle più importanti società di concerti ( Festival Internazionale di Alghero, Amici della Musica di Modena, Incontri Musicali Romani, Primavera Mozartiana, Istituzione Universitaria Concerti, sala “A.Casella” di Torino, Festival Internazionale di Sorrento…) l’opera omnia dei quintetti per archi di Mozart e i sestetti di Brahms. Dedica notevole attenzione anche alla musica contemporanea eseguendo in quartetto e in gruppi misti prime esecuzioni di illustri compositori come Morricone, Sciarrino, Berio, Pennini, Maderna, Schoemberg, Petrassi…registrando per la RAI e la EDIPAN. Dal 1977 al 1994 ha fatto parte dell’Orchestra Sinfonica della RAI di Roma diventando in breve tempo il 1° violino dei secondi. Ha suonato con i maggiori direttori del momento da Giulini a Sawallish da Petre a Metha, Gavazzeni, Maazel,Muti, Inbal, Magg, Matacic, Mannino Gelmetti, Ferro etc effettuando tourneè in Italia e all’estero. In questo periodo ha partecipato in varie formazioni cameristiche alle stagioni di musica da camera della RAI e a concerti privati offerti dai Presidenti della Repubblica ai Capi di Stato ospiti in Italia. Nel 1987 ha suonato con Katina Ranieri al Teatro Goldoni di Venezia nelle “ Canzoni di Kurt Weill” rielaborate da Ritz Ortolani, riscuotendo un grande successo di pubblico e di critica. A questa attività ha alternato anche quella didattica, insegnando per alcuni anni al Conservatorio di Pescara prima e dell’Aquila poi. E’ stata ed è tuttora il 1° violino di alcune orchestre da camera come l’Orchestra del C.I.M.A., l’Orchestra “Annuntiatae Cantores”, “Officine Scarlatti”, “Orchestra Sinfonica Romana”… Negli ultimi anni ha costituito il quartetto “Convivium pro Musica” suonando in importanti istituzioni quali il Sabaudia Festival, l’Agimus di Frosinone, Festival di Saint-Medard in Francia, Festival di Carpineto Romano, Festival di San Martino, Festival Internazionale di Hamelet in Inghilterra con grande successo ovunque. In Francia ha effettuato inoltre nel 1997 una tourneè con il gruppo “Astor Piazzola Ensemble” facendo conoscere i più famosi tanghi del compositore argentino in Colombia come ospite del”Festival da Semana Santa” di Popayan e della stagione musicale di Cali. Ha collaborato inoltre con il gruppo barocco “Dolmetsch Ensemble”e in duo con la chitarra. Suona un violino Odoardi, detto anche “Villan d’Ascoli” o lo “Stradivari delle Marche” del 1772. Dal 1994, anno del trasferimento a Torino dell’Orchestra Sinfonica della RAI, è diventata aiuto-regista presso le Testate Giornalistiche della RAI di Roma alternando così questa nuova attività alla professione musicale. Nel 2000, su commissione del Comune di Formello, ha ideato, realizzato e ancora oggi dirige l’Accademia di Musica “B.Pasquini”, nata per dar vita a corsi di musica finalizzati alla diffusione della cultura musicale tra i giovani.
Alberta Orsini
Nata a Bologna, ha conseguito il diploma di pianoforte presso il Conservatorio “G.B.Martini” ed in seguito ha frequentato il corso di perfezionamento del M° Arturo Masetti. Svolge da circa trent’anni un’intensa attività didattica che alterna con l’attività concertistica sia come solita che in varie formazioni cameristiche. E’ tra i soci fondatori dell’Accademia di Musica “B.Pasquini” dove insegna pianoforte.

Massimiliano Tisano

Ha studiato pianoforte con Massimiliano Damerini, composizione con Eduardo Ogando e Stefano Bracci e direzione d’orchestra con Donato Renzetti frequentando successivamente i corsi di Pierre Boulez a Lucerna. Nel 2008 ha conseguito anche il diploma di musica Jazz col massimo dei voti sotto la guida di Paolo Di Sabatino. E’ stato direttore stabile dell’orchestra del Teatro Comunale di Roccella Jonica. Ha diretto l’ “Orchestra da Camera del Gonfalone” di Roma, l’Orchestra della Provincia di Catanzaro “La Grecìa” e la “Roma Tre Orchestra”. Hanno suonato con lui prestigiosi solisti quali: Mariolina De Robertis, Luciano Giuliani, Georg Moench e Angelo Persichilli. Hanno collaborato, in concerti da lui diretti, famosi attori quali Paolo Poli e Mattia Sbragia. Ha diretto i Musicals “Sister’s”, “Mamma Mia!” e “Artemisia” del quale ha curato l’orchestrazione e che è andato in scena in prima mondiale al Lyrick Theatre di Assisi il 22 Marzo 2015. “Artemisia” ha vinto il premio PRIMO 2015 (Premio Italiano per il miglior Musical Originale) e nel 2017 è stato rappresentato al Teatro Flaiano di Roma. Nel 2013 ha composto il Musical “Romoletto & Giulia” ispirato a “Romeo e Giulietta” di Shakespeare. La sua fiaba musicale “Willie” - della quale ha scritto anche il testo - ha avuto più di 40 rappresentazioni nelle scuole di Roma e del Lazio. Ha composto la musica per il balletto “Il Segno di Kazar”, rappresentato a Roma nel Settembre 2002 e Luglio 2003. In occasione dell’anniversario della nascita di Mozart (1756 – 2006) ha composto e diretto il racconto in musica “Sognando Amadeus”, su testo di Monica Gherardelli, per l’Accademia di Musica Bernardo Pasquini di Formello (RM), con la quale collabora dal 2005 in qualità di docente di pianoforte e direttore dell’orchestra giovanile. Nel 2014 il suo “Tango para mi juventud” per chitarra e quartetto d’archi è stato eseguito in prima assoluta a Stoccolma presso la “Stockholm Concert Hall”, in occasione del concerto inaugurale del semestre di presidenza italiana in Europa e, recentemente nella versione per chitarra e orchestra d’archi, anche a Düsseldorf e Colonia sempre da Adriano Walter Rullo come solista e dai Solisti Aquilani. Ha suonato in Argentina, Australia, Bulgaria e Giordania. Col mezzosoprano Chiara Guglielmi si è esibito a Pesaro per il “Rossini Opera Festival” ed a Spoleto per “Musica da casa Menotti” nell’ambito del “Festival dei due Mondi”. Tra i cantanti con cui collabora spicca il baritono Angelo Veccia (Ping in Turandot al Teatro alla Scala di Milano nell’edizione diretta dal M° Riccardo Chailly per l’inaugurazione di Milano EXPO 2015). E’ docente di Accompagnamento Pianistico presso il Conservatorio “Nino Rota” di Monopoli.

Massimo Baiocco

Nato a Roma, ha conseguito brillantemente il diploma di chitarra classica sotto la guida del M° Carlo Carfagna. Ha partecipato a diverse master class e corsi di perfezionamento con importanti docenti tra i quali il M° Leo Brouwer e il M° Alirio Diaz. Sin da giovanissimo intraprende l'attività artistica nella veste di chitarrista e compositore, il rock sperimentale è il terreno più fertile e insieme al quartetto "Frangar Non Flectar" suona in diverse città italiane e nei maggiori centri europei, riscontrando notevole successo di pubblico e critica (vincitori dell'edizione del 1997 di Rock Targato Italia). Dopo la pubblicazione dell'omonimo mini-cd d'esordio, Frangar Non Flectar, il gruppo pubblica 4 CD accolti con entusiasmo dalla critica: Parte di un'eco, 1996, BTT; Straluna, 1998, Sony Music; Tribe, 2001, Mescal, Columbia Sony Music; Volume 4, 2007. Dal forte interesse per il Teatro e il Cinema nascono nuove collaborazioni e nuove musiche di scena. Al 1997 risale l'incontro con Dario D'Ambrosi ed il teatro patologico, per il quale i FNF hanno composto ed eseguito in scena le musiche di Frammenti del Marat-Sade (trasmesso dall'emittente televisiva tedesca ZDF), L'ombra dei bambini felici contro Capitan Uncino (con la partecipazione di Sergio Castellitto) e Allucinazioni da psicofarmaci (evento unico realizzato per Format-Rai 3 e messo in scena all'interno di un'autentica sala operatoria). Eseguono le colonne sonore per il documentario di V. Onorato, Un'allegra compagnia (Rai3/ Format, Italia 1997), per il film di M. Pucitta, Se non mi vuoi (Barfub Film Production, Germania 1999) e per il film di P. Thorwarth, Bang, Boom, Bang (Double Fun, Germania 1999). Realizzano, inoltre, le musiche di scena per lo spettacolo di E. Genazzini con Abraxa Teatro, Le Pietre della Memoria (Italia, 2000) e propongono una nuova sonorizzazione del capolavoro di C. Chaplin Tempi Moderni (Italia 2004). Dal 2000, sono numerosi i concerti in varie formazioni cameristiche e la chitarra classica torna al centro delle sue attenzioni. La formazione preferita è quella del dialogo in duo: chitarra e flauto, chitarra e voce e, in particolare, chitarra e violoncello. Nel 2005, con la violoncellista Daria Rossi Poisa, forma il "Duo Dynamis" proponendo un ricco programma musicale che va da Vivaldi a Mortari eseguito in diverse occasioni, sia in Italia che all'estero. Svolge attività didattica come insegnante di Chitarra Classica e Moderna presso diverse sedi tra cui l'Accademia B. Pasquini di Formello.

Erica Realino

Figlia d’arte, nasce a Roma nel 1987. Fin da piccola e seguendo la gestione di un piccolo teatro a conduzione familiare a Roma, segue corsi di recitazione e si esibisce in vari spettacoli, intraprendendo nel 2004 lo studio del canto e di pianoforte. Dal 2008 tiene concerti in Italia e all’estero con l’istituzione Sinfonica Abruzzese, l’Accademia Pescarese, l’orchestra Filarmonica Romana, i Solisti Aquilani e molte altre istituzioni. Si esibisce come corista in opere classiche e in un concerto a l’Aquila diretta dal maestro Riccardo Muti. Nel 2011 canta a Roma al Pala Expò, all’ambasciata Americana e a città del Vaticano alla sala Nervi, debutta a l’Aquila e poi a Roma nel ruolo di Hansel dell’opera di Humperdinck “Hansel e Gretel”; canta per la finale del Concorso Nazionale di direzione d’orchestra “Premio delle arti” con l’orchestra Sinfonica Abruzzese, vince il Primo Premio Assoluto al III concorso nazionale della città di Ocre della sezione di musica da camera e il Premio Giovani al concorso di internazionale di canto lirico “città di Basciano”. Nel 2012 debutta nel ruolo di Marianna nell’opera “Il signor Bruschino”, canta nel ruolo di Hansel al teatro comunale di Atri e in molte altre occasioni a Roma e l’Aquila, dove si esibisce come soprano solista. Nel 2013 si diploma con il massimo dei voti al conservatorio de l’Aquila e tiene concerti al teatro de l’Aquila di Avezzano, all’Ambasciata Russa a Roma, nell’Auditorium Renzo Piano a l’Aquila e in molti altri luoghi. Nel 2014 è finalista al concorso internazionale "Toti Dal Monte", si esibisce in qualità di solista nel concerto per i cinquant'anni dello Sferisterio di Macerata. Nel 2015 lavora come corista nella stagione estiva del Macerata Opera Festival e debutta nei ruoli di Micaela e Frasquita a teatro Brancaccio a Roma e a Teatro Flavio Vespasiano a Rieti. Nel 2016 apre la “Perdonanza” a l’Aquila cantando la messa in sol maggiore di Schubert. Nel 2017 debutta a Roma e a Rieti nel ruolo di Giannetta ne “L’Elisir d’amore”. Nel 2018 è finalista al concorso internazionale di Spoleto, partecipa a galà operistici all’auditorium Parco Della Musica nella sala Sinopoli e al teatro dell’opera di Bratislava e canta come soprano solista nella Petite Messe Solennelle diretta dal maestro Massimo Fioravanti. Nel 2019 debutta nel ruolo di Elvira nell’Italiana in Algeri nel festival delle Muse a Crema. Studia con il soprano Caterina Di Tonno e attualmente anche con il soprano Elizabeth Norberg Schulz.

Veronica Cartenì

Ha conseguito la laurea in Lettere e Filosofia presso l'Università La Sapienza di Roma, il diploma tecnico"Muay Thai", grado 2° Khan, rilasciato dalla federazione FIST (riconosciuto dal C.O.N.I.), l'abilitazione all'insegnamento e l'attestato di allenatore spinning 1° livello "Tomahawk". Nel frattempo ha studiato pianoforte conseguendo il diploma di " Grade 8° Piano" e il "Grade 5° Theory of Music" presso " The Associated Board of Royal Schools of Music" di Londra. Dal 2002 alterna l'attività sportiva come istruttrice in vari palestre all'insegnamento della musica in qualità di docente di teoria e solfeggio presso l'Accademia di Musica "B.Pasquini"di Formello.

Giuseppe Megna

Nato a Roma, si diploma in flauto nel 2007 presso il conservatorio “S.Cecilia” risultando vincitore della borsa di studio come miglior diploma dell’anno accademico. Nel 2009 ha concluso presso lo stesso conservatorio il biennio specialistico di flauto con il massimo dei voti e la lode. Parallelamente agli studi in conservatorio si è perfezionato con i migliori flautisti del panorama musicale come Andrea Oliva presso l’Accademia Nazionale di Santa Cecilia, Michele Marasco presso l’Accademia Italiana del Flauto, Carlo Macalli presso l’Accademia Cabrini. Dal 2010 decide di approfondire il repertorio contemporaneo con il Maestro Mario Caroli sotto la guida del quale nel 2012 ottiene il “Master of Advanced Studies in music performance and interpretation” presso il conservatorio della Svizzera Italiana di Lugano con il massimo dei voti e menzione della giuria e diploma superiore presso il conservatorio superiore di Strasburgo con le “félicitations” della giuria; presso lo stesso conservatorio ottiene il diploma di specializzazione nel 2013. Fin dai primi anni di studio ha ottenuto numerosi riconoscimenti, risultando vincitore in vari concorsi tra cui il Concorso nazionale per giovani musicisti tenutosi a Viggiano(PZ) ed il concorso internazionale “Severino Gazzelloni” tenutosi a Firenze. Ha al suo attivo numerosi concerti sia come solista, sia in varie formazioni da camera, sia come primo flauto di varie orchestre, ed è stato diretto da direttori come Marko Letonja e Donato Renzetti. Dal 2014 al 2016 ha ricoperto il ruolo di primo flauto nell’Orchestra Regionale della Calabria. Dal 2016 è primo flauto della Banda Musicale del Corpo della Guardia di Finanza.

Duilio Fanelli

Si diploma in Tromba presso il Conservatorio "G.B. Pergolesi" di Fermo il 29/06/1999. Continua gli studi di perfezionamento con i m° Giancarlo Parodi, Marco Pierobon (prima tromba orchestra S.Cecilia), Sandro Verzari,(prima tromba orchestra Rai), Andrea Conti (primo trombone orchestra Santa Cecilia), Vincent Penzarella (New York Philarmonic), Rex Martin (docente Northwestern University, Chicago, USA), Gianluca Scipioni (primo trombone teatro reggio). Nell'anno accademico 2007/2008 consegue Laurea di secondo livello indirizzo Compositivo Interpretativo con il voto di 110 presso il conservatorio G.Frescobaldi di Ferrara. Dal 1998 è componente fondatore del quartetto di ottoni Ethosbrass con il quale tiene regolarmente concerti, si classifica al secondo posto al concorso nazionale B. Barattelli, vince il primo premio concorso Flegreo nel 2010. Si esibisce costantemente dal 2000 eseguendo concerti per Tromba ed Organo, collabora con Tuscia opera festival, l'orchestra dell'Accademia di Santa Cecilia, l'orchestra da camera di Venezia, orchestra di Roma, orchestra ARTS ACADEMY.

Federico Stirpe

Nato a Roma nel 1988, si laurea presso il Conservatorio di Musica S.Cecilia di Roma nel 2011sotto la guida del maestro Ivo Meccol e si perfeziona con i più importanti interpreti del panorama musicale internazionale. Giovanissimo inizia la sua attività orchestrale e ricopre il ruolo di Primo Clarinetto solista con l’orchestra del conservatorio S.Cecilia di Roma, Orchestra Filarmonica “quarto suono” , Orchestra Sinfonica Università “la cattolica”, Orchestra Sinfonica “Ergo Cantemus” sotto la direzione di illustri Direttori di livello internazionale. Con l’orchestra del Conservatorio S.Cecilia di Roma prende parte a numerose rassegne e Festival musicali in Italia e all’estero. Partecipa da solista a seminari e concerti contemporanei presso il Conservatorio S,Cecilia e presso l’Accademia Americana al Gianicolo. Molto attivo nel panorama cameristico dove con diverse formazioni partecipa e vince numerosi concorsi internazionali, è ospite con il quartetto “Denner” al prestigioso concorso internazionale “Premio Valentino Bucchi”. Con la stessa formazione partecipa a numerose rassegne musicali presso teatri nazionali. Nel 2008 in occasione del “70 anniversario del Corpo Sanitario Aeronautico” esegue in formazione cameristica l’opera musicale TOSCA presso Castel S.Angelo riscuotendo un grandissimo successo. Con l’orchestra di Fiati, SWO, dove ricopre il ruolo di primo clarinetto dal 2006 partecipa a numerosi concerti e concorsi, vincendoli. Prende parte al progetto/gemellaggio “Viva l’Italia Viva l’America” con le orchestre dell’ University of Southern Mississipi e i “Tara Winds” di Atlanta (Georgia) sotto la guida di direttori di fama mondiale. Dal 2014 aderisce al progetto del gruppo “Cantastorie per tempi moderni" gruppo creato e gestito dal compositore e fisarmonicista Daniele Mutino, esibendosi in diversi teatri italiani. Oltre all’ambito solistico e orchestrale ne affianca, con molta dedizione, uno didattico, insegnando materie teoriche: Solfeggio,Teoria, Armonia e Analisi. e strumentali: Clarinetto e sax.

Katia Celestino

Inizia da adolescente gli studi musicali, con la chitarra classica e in seguito il pianoforte. Approfondisce la conoscenza della musica e del canto alla Scuola Popolare di Musica di Testaccio di Roma, e successivamente al conservatorio Licinio Refice di Frosinone iscrivendosi al triennio Jazz, approfondendo così materie quali armonia, arrangiamento, pianoforte, improvvisazione jazz. Canta in varie formazioni spaziando dal jazz alla bossa nova, dalla musica vocale al pop rock acustico, svolgendo l'attività di insegnante di canto moderno in scuole di musica e privatamente. Laureata in Scienze dell'Educazione, è esperta nel campo del disagio minorile e della riabilitazione con la disabilità; nel corso degli anni ha spesso unito la passione per la musica a quella per l'educazione e l'insegnamento, tenendo anche laboratori di sensibilizzazione musicale con i disabili e laboratori musico-espressivi con bambini.

Eduardo Piloto Barreto

Nasce a Cuba nel 1963 in una famiglia di grandi tradizioni musicali, figlio di una professoressa fondatrice della Scuola Nazionale d'Istruttori d'Arte e di Giraldo Piloto, che diede vita al binomio Piloto-Vera, straordinaria coppia di compositori apprezzata a livello mondiale con all'attivo centinaia di composizioni tuttora presenti nel repertorio di grandi artisti cubani ed internazionali. Professore di musica teorica e pratica presso la Scuola Nazionale di Istruttori di Arte e la Scuola di Spettacolo di Varietà di Cuba, ha creato e ha fatto parte del gruppo musicale di Carlos Varela, è fondatore della "Nuova Trova" a Cuba ed è oggi uno dei suoi più famosi cantautori. In Italia fonda nel 1994 un suo gruppo chiamato Son Osain (genere salsa, merengue, jazz latino); nel 1996 forma il nuovo gruppo Eduardo Barreto y su banda (Aun Asi ed. RTI); dal 1997 al 2000 è flautista e percussionista di Franco Califano e di Sergio Cammariere; nel 2000 diventa flautista e percussionista della Kilimangiaro Band nella trasmissione televisiva "Alle Falde del Kilimangiaro" (RAI 3); dal 2001 al 2002 partecipa come flautista al gruppo N.S.C. Nuevo Swing Cubano. Da allora ha collaborato con grandi nomi dello spettacolo quali Maurizio Costanzo, Renzo Arbore, Fiorello, Red Ronnie. Si è affermato anche come compositore ed arrangiatore, incidendo brani come "Barreto batà", "Lunad Arabia", "La Isla" e "Grande Muraglia", usciti nel cd del programma televisivo "Alle falde del Kilimangiaro" intitolato "Le musiche più belle" di Rai Trade, con diffusione a livello nazionale e internazionale. Nel 2009 esce in Francia con il cd "Inesperadamente" che raccoglie sei brani da lui scritti e arrangiati anche in collaborazione con suo fratello Girald Piloto. Attualmente è attivo sulla scena di Roma dove vanta innumerevoli partecipazioni a concerti di musica latina nei principali locali della capitale. Tra i grandi nomi con i quali ha suonato spiccano quelli di Celia Cruz e del pianista Chucho Valdes. Ha partecipato a vari tour in Germania, Cina, Portogallo, Spagna, Mosca e suonato in vari locali jazz famosi in tutto il mondo come il "Blue Note" di Yokohama (Giappone), il Jazz Cafè di Londra, Teatro Sa Da Bandeira in Portogallo, il Cab di Burgos di Madrid.
Nasce a Roma il 12 febbraio 1972, attratto dalla musica fin da piccolo inizia all’età di 6 anni a studiare pianoforte per poi passare alla chitarra e infine al sassofono. Dopo un primo percorso di studi per lo più di autori classici, scopre e rimane affascinato dal linguaggio e dalla espressività della musica afroamericana. Inizia così a frequentare diversi seminari e corsi, tra questi quelli di Siena Jazz, Ronciglione Jazz con Sonny Fortune, il seminario di improvvisazione tenuto da Dan Moretti presso il conservatorio Licinio Refice di Frosinione, la mastercalss “Comporre improvvisando, Improvvisare componendo” tenuta da Enrico Pierannunzi. Per alcuni anni partecipa anche ai corsi di specializzazione di tecnica dell’improvvisazione, interpretazione jazzistica nei vari stili, lettura a prima vista e trasporto, musica di insieme: quartetto quintetto, ensemble di sassofoni e pratica di sezione per “Big Band”, del maestro Gianni Oggi. Infine si diploma in sassofono jazz presso il conservatorio di musica Santa Cecilia di Roma ove, con lode, conclude il suo percorso formativo con il biennio di composizione jazz. L’incontro di musicisti quali Marco Tiso, Paolo Tombolesi, Javier Girotto, Gianni Savelli, Stefano Di Battista, Eugenio Colombo, Sonny Fortune e Barry Harris ed altri, lascia un segno indelebile che lo aiuterà nel suo percorso artistico con nuovi spunti e stimoli. Con diverse formazioni e progetti musicali originali ha partecipato a numerose manifestazioni tra cui: Premio De Andrè, Atina Jazz Festival, Be Bop jazz club, 28 di Vino Jazz club, Musicinn jazz club, AlexsanderPlaz jazz club, Alpheus, Cotton Club, Università La Sapienza, Percorsi Jazz presso il Conservatorio Santa Cecilia, Festival dei due Laghi a Castel Gandolfo, Appio Claudio Jazz Festival, Museo Nazionale degli Strumenti Musicali, Festa della Musica Ex Mattatoio testaccio, spettacolo teatrale “Un Uomo in Bilico”. Da diversi anni si occupa di didattica della musica e di composizione ed arrangiamento. Il suo percorso musicale è segnato quindi da una continua ricerca che prende spunto dal passato per poi inglobare linguaggi e sonorità moderne.

Gian Domenico Murdolo

Agazio Tedesco

Ha studiato e si è diplomato brillantemente sotto la guida del Maestro Adriano Walter Rullo al Conservatorio di Vibo Valentia. Ha frequentato diverse Masterclass Internazionali di alto perfezionamento con maestri di chiara fama quali: Alberto Ponce, Leo Brouwer, François Laurent, Laura Young, Maurizio Norrito. E’ risultato vincitore del 2° posto al concorso nazionale città di Cerisano. Collabora attivamente con il compositore Massimiliano Tisano, suonando in qualità di prima chitarra per la fiaba musicale “Willie” e per lo spettacolo teatrale “Luna”. Nel 2010 si è esibito nell’ambito della manifestazione Nazionale “Musei in Musica” indetta dal Ministero per i Beni Culturali. Ha registrato in quartetto il brano “Cubalibre” di A.W. Rullo, che è stato utilizzato per il documentario “Falcone e Borsellino 20 anni dopo” realizzato dall’Ansa e dalla Manfredi Produzioni di Palermo. Parallelamente all’attività didattica e concertistica, nel 2013 è stato direttore artistico della Stagione Concertistica “Roccella in Musica”. Nel 2014 ha suonato in quartetto all’Auditorium Parco della Musica di Roma per il concerto “The Guitar in mylife”e sempre nello stesso anno in occasione della presentazione dell’Opera discografica “Alcantara” del soprano giordano ZeinaBarhoum tenutosi in Campidoglio (Roma), è stato invitato a suonare in qualità di solista. E’ cofondatore del Quintetto Lacustico con cui si esibisce regolarmente in concerto. Ha suonato da solista e in diverse formazioni cameristiche per la V, la VI e l’ VIII stagione concertistica “Willie Ferrero” di Ostia antica. Attratto dalla musica cameristica per voce e chitarra ha suonato in Italia e all’estero con diversi cantanti, tra cui, il mezzosoprano Anna Pennisi, il tenore Romolo Tisano, il mezzosoprano Chiara Guglielmi. Recentemente insieme al tenore Stefano Osbat ha fondato il duo “Cum Corde”. All’attività concertistica affianca quella didattica in qualità di docente per l’Associazione culturale “Francesco Pennisi”di Roma e per l’Accademia di musica“B. Pasquini” di Formello (Roma).
Nata a Brescia, ha iniziato giovanissima lo studio del Pianoforte al conservatorio "G. Verdi"di Milano sotto la guida dei Maestri Enzo Calace e Carlo Vidusso, diplomandosi a 18 anni col massimo dei voti. Durante il corso superiore pianistico ha cominciato, a 16 anni, anche lo studio del Violoncello, nello stesso Conservatorio milanese, allieva di Fernanda Federici Buranello, ottenendo il diploma col massimo dei voti. Dopo una selezione effettuata in tutti i conservatori, è stata chiamata a far parte dell'Orchestra Internazionale della Gioventù Musicale, unica rappresentante italiana nella sezione dei celli, per un seminario di studio in Canada e conseguente esecuzione di alcuni concerti in America e in varie città europee, sotto la guida del Direttore d'orchestra Leinsdorf. Nel '71 vince il concorso nell'Orchestra da camera dell' "Angelicum". Nello stesso anno vince il concorso al Teatro alla Scala di Milano, dove rimane per quattro anni, sotto la direzione stabile di Claudio Abbado, compiendo numerose tournèe all'estero, fra le quali quella al Teatro Bolscioi di Mosca.Durante gli anni alla Scala di Milano frequenta un corso triennale di perfezionamento per Violoncello al Mozarteum di Salisburgo, con il Maestro Antonio Janigro. Alterna l'attività del Teatro alla Scala con quella di solista e formazioni cameristiche. Nel '75 vince il concorso come primo Violoncello nell'Orchestra Sinfonica della RAI di Torino, ruolo che ha occupato fino al 1999. Diviene titolare per un anno della cattedra di Violoncello nel Conservatorio di Musica di Brescia, incarico che ha poi lasciato per dedicarsi esclusivamente all'attività artistica. Ha fatto parte per dieci anni del Quartetto d'archi della RAI di Torino. Primo violoncello del Complesso d'Archi diretto da Antonio Janigro con il quale ha svolto importanti tournèe internazionali.

Giuditta Lombardi

Ha conseguito la Laurea Magistrale di II Livello in Canto Lirico con il massimo dei voti presso il Conservatorio “Luisa D’Annunzio” di Pescara, sotto la guida del M° Paolo Speca. Ha avuto esperienze di concerti operistici, da camera e di musica sacra sia come solista che in formazione corale presso l’auditorium del conservatorio D’Annunzio, le chiese Maria SS. del Rosario e S.Andrea di Pescara, la Basilica di S.Maria in Aracoeli di Roma in occasione della festa per l’ambasciata argentina, la Basilica di S.Maria Assunta di Atri, il Teatro J.P. Velly di Formello. Ha cantato anche per manifestazioni benefiche come il concerto per l’Associazione italiana sclerosi multipla presso la chiesa S.Francesco di Anguillara Sabazia. È stata selezionata per il ruolo di Zerlina nel Don Giovanni di W.A. Mozart prodotto dal Conservatorio D’Annunzio. Si dedica anche all’approfondimento del repertorio del ’900 storico e contemporaneo

Paola Angeli Giovani

Nato a Roma, ha cominciato lo studio del violino con il M° Arrigo Pelliccia, poi con il M° Aurelio Arcidiacono per poi entrare al Conservatorio di S. Cecilia in Roma dove si è diplomato sotto la guida del M° Mario Buffa. Durante gli ultimi anni del corso di violino si è perfezionato con il M° Alfredo Fiorentini. Ha frequentato il corso di Musica da Camera tenuto dal M° Luciano Cerroni al Conservatorio di S. Cecilia diplomandosi brillantemente nel 1997. Ha suonato con diverse orchestre (Philarmonia di Roma, Roma Sinfonietta, l’orchestra del Conservatorio di S. Cecilia, la Nova Amadeus, orchestra Le Muse, l’orchestra di Bolzano, l’orchestra del Festival del Tirolo) e ha collaborato anche con l’orchestra del Teatro dell’Opera di Roma eseguendo Porgy and Bess di Gershwin e la Norma di Bellini. Ha effettuato registrazioni di colonne sonore per il cinema e la televisione (S. Cipriani, E. Morricone, B. Zambrini, N. Piovani, C. Rustichelli, F. Frizzi, M. Frisina) e collaborato con registi teatrali (M. Scaparro, P. Terni, L. Salveti). Ha partecipato a trasmissioni televisive per la R.A.I. e Mediaset (Domenica In, Primo giorno di scuola, 50 anni della RAI, 150 dell’unità d’Italia, La Corrida, Prodigi). Ha effettuato tournée in Europa (Francia, Inghilterra, Germania, Spagna, Slovenia, Ungheria, Danimarca, Svizzera) e tournée per conto dei consolati italiani e le ambasciate italiane all’estero (Corea, Vietnam, USA, Canada, Indonesia, Malaysia, Singapore, Thaylandia, Australia, Israele, Belgio, Hong Kong). Nel 2011 ha suonato con Renato Zero per il SEIZERO Tour. Nel corso degli anni ha iniziato collaborazioni con diversi giovani cantautori romani (N. Fabi, Tiromancino, R. Angelini) facendo esperienza anche nel campo degli arrangiamenti. Ad una vasta conoscenza della musica lirico-operistica, unisce esperienza nel campo teatrale, cameristico e sinfonico. Ha studiato direzione d’orchestra con il M° Dario Lucantoni al Conservatorio L. Refice di Frosinone. Dal 2012 collabora stabilmente con l’Orchestra del Tirolerfestspiele di Erl sotto la guida del M° Kuhn.

Piermarco Gordini

Nato a Roma, si avvicina allo studio della chitarra classica in giovane età sotto la preziosa guida del M° M.Baiocco presso l’Accademia musicale “B.Pasquini” di Formello; nel 2012 sostiene l’8vo grado in chitarra presso la “St. George Music School” di Roma con ottimi voti, conseguendo inoltre la laurea triennale in “Scienze tecniche e piscologiche del marketing e della comunicazione” presso l’università “La Sapienza” di Roma. Nello stesso anno collabora con l’ ”Orchestra chitarristica romana” diretta dai maestri M. Baiocco e D. Mercuri, con la quale è vincitore di primi premi in concorsi nazionali ed internazionali. Nel maggio del 2014 si esibisce per l’ ”Omaggio a Leo Brouwer” presso l’auditorium del conservatorio di Latina (suonando in presenza del compositore cubano stesso), dove si esibisce anche nel 2015 in qualità di solista e in duo per “L'omaggio a Mario Gangi”. Da dicembre 2013 collabora in duo con il chitarrista Lorenzo Federici (Duo De Angelis- Federici). In questa formazione si esibisce per il conservatorio di Latina in occasione dell' "Omaggio a Mario Gangi" nel maggio 2015; nello stesso anno il duo ottiene inoltre il primo premio presso il concorso "Città di Tarquinia" ed il secondo premio con primo non assegnato al concorso chitarristico “Città di Fiuggi”. Il Duo ha inoltre partecipato al "Festival di Castrocielo” (edizione 2015 e 2017). Da solista consegue inoltre il Primo Premio nel concorso internazionale “Euterpe” di Roma. Dal 2012 si perfeziona frequentando i corsi dei maestri A.Pace e C. Poli Cappelli presso l’ “Accademia chitarristica dei Castelli Romani”, frequentando inoltre masterclass con chitarristi di chiara fama internazionale, come i maestri C. Marcotulli, B. Giuffredi e S. Palamidessi. Nel 2015 consegue la laurea in chitarra con la votazione di 110 e lode presso il conservatorio “O. Respighi” di Latina. Nell'Ottobre del 2017 si laurea presso il Conservatorio “Licino Refice” di Frosinone sotto la guida del M° E. Becherucci con la votazione di 110/110 e lode, proseguendo parallelamente un corso di perfezionamento con il M°Andrea pace presso l’ “Accademia chitarristica dei Castelli Romani” . Da Ottobre a Dicembre 2017 partecipa ad un programma di tirocinio Erasmus presso il Real Conservatorio superior de Mùsica “Victor Eugenia” di Granada (Spagna), dove ha modo di esibirsi con l'ensemble di chitarre del conservatorio ed in veste di solista, suonando anche presso la “Facultad de Bellas Artes” di Granada. Nel Maggio 2018 si esibisce presso il “Metropolia” , la Cattedrale e svariate sale da concerto di Helsinky (Finlandia). Nel 2019 incide il brano “Caleidoscopio” per chitarra e flauto di Giuseppe Marinotti che verrà poi editato insieme alla partitura dalla casa editrice “Sinfonica”.

Paolo De Angelis

Luisella Muratori Alberta Orsini

Massimiliano Tisano

Massimo Baiocco

Erica Realino

Veronica Cartenì

Giuseppe Megna

Duilio Fanelli

Federico Stirpe

Katia Celestino

Eduardo Piloto Barreto

Gian Domenico Murdolo

Agazio Tedesco

Giuditta Lombardi

Paola Angeli Giovani

Piermarco Gordini

Paolo De Angelis